andrea cafaggi, fotocafa, toscana, tuscany
Home page galleria cafa... articoli contatti


GLOSSARIO dei TERMINI FOTOGRAFICI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Articoli:








diaframma, obiettivo, particolare
Diaframma



diffusore, nukon, sb700
Diffusore

Lettera D




Decentramento

Utilizzato per ovviare al problema delle fughe prospettiche delle linee, consiste in uno "spostamento/disallineamento" dell'obiettivo o della macchina fotografica che modifica la posizione dell'asse ottico rispetto al sensore/pellicola. Guarda Obiettivi decentrabili o Shift.


Definizione

Indica la nitidezza di un'immagine ed è legata alla qualità dell'ottica e dal sensore.


Diaframma

E' la "pupilla" meccanica della nostra fotocamera. Si trova all'interno dell'obiettivo (tranne che nelle compatte) e controlla la quantità di luce che al momento dello scatto andrà a colpire il sensore. Approfondisci diaframma.


Difetto di reciprocità

Sapendo che la giusta esposizione è un rapporto di tre parametri variabili, quali l'apertura del diaframma, il tempo di posa e la sensibilità del supporto (rapporto di reciprocità), questo "difetto" si manifesta nel caso in cui il tempo d'esposizione sia molto lungo o troppo corto. In pratica il materiale fotosensibile non risponde in maniera sufficiente all'esposizione, creando immagini sottoesposte.


Diffrazione

Fenomeno fisico che si verifica ogni qualvolta un'onda incontra un ostacolo (onde radio, suono, onde elettromagnetiche, onde luminose, ecc.). Quando la lunghezza d'onda è paragonabile alla grandezza dell'ostacolo, gli effetti di questo fenomeno sono molto più evidenti. Considerando che si tratta di misure ridottissime e limitandosi ad analizzare la diffrazione in ambito fotografico, possiamo dire che chiudendo il diaframma a valori superiori a f/16, le fotografie cominceranno a perdere di nitidezza. Questo perchè le onde luminose incontrando l'ostacolo (il diaframma) cambieranno angolo di propagazione e andranno ad ammorbidire l'immagine finale.


Diffusore

Oggetto o materiale capace di ammorbidire la luce emessa da un flash e/o faretto spot. Le ombre risulteranno meno nette garantendo un'mmagine più equilibrata e piacevole, usato principalmente nei ritratti.


Digitale/Digitalizzazione

E' un segnale composto da numeri binari creato dal sensore al momento della "cattura" dell'immagine. Per Digitalizzazione s'intende proprio il processo di conversione da Analogico a Digitale; es. immagine > numeri binari (dati).


DIN

Deutsche Industrie Normen - scala di misurazione della sensibilità di una pellicola, sostituita successivamente dalla scala ISO


Distorsione

È un fenomeno ottico al quale sono maggiormente soggetti gli obiettivi economici e gli zoom. Può essere:
  • A barilotto quando l'immagine, ad esempio di un quadro, si presenta con i lati "ingrassati" rispetto agli angoli.
  • A cuscinetto quando invece i lati sono più stretti rispetto agli angoli.


Disturbo/Rumore

Interferenza del segnale luminoso prodotta dal sensore al momento dell'elaborazione dell'immagine. Tale interferenza è legata a più fattori (grandezza ridotta dei fotodiodi, lunghe esposizioni, ISO elevati, temperatura ambientale) e si manifesta maggiormente nel caso in cui due o più "elementi" siano concomitanti nella stessa esposizione.


Dominante cromatica

Colore più o meno marcato presente su tutta l'immagine, capace così di alterare l'intera cromia della diapositiva. Tale fenomeno si può creare in post produzione oppure in fase di scatto per un'imprecisa interpretazione del sistema digitale della fotocamera.


DPI

Dots Per Inch, ossia Punti per pollice. Unità di misura utilizzata per indicare la risoluzione di stampa e/o di acquisizione di un'immagine; es. 300dpi.


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z