andrea cafaggi, fotocafa, colline toscane, tuscany
Home page galleria cafa... articoli contatti





Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM




Sigma 10-20mm

Non è mai facile scegliere una nuova ottica e molto spesso ci troviamo di fronte a pareri discordanti; con questa mia umile recensione proverò a portare su schermo la mia esperienza riguardo a questa oramai "storica" lente.

Innanzitutto cerchiamo di capire cosa vogliono dire le sigle che Sigma utilizza per differenziare i propri prodotti, nello specifico:



Il corpo dell'obiettivo risulta essere molto robusto e ben curato esteticamente, oltre a far registrare un peso decisamente accettabile; circa 470 gr. Ideale per chi desidera averlo sempre pronto nello zaino! La ghiera di messa a fuoco è ben posizionata, fluida e precisa, la focale (10-20) montata su sistema APS-C equivale ad un 15-30mm nel pieno formato nel caso di Nikon (fattore di moltiplicazione di 1,5x) con una angolo di campo che va da 102,4 a 63,8 gradi (dati di fabbricazione), adattissimo quindi alla foto paesaggistica.

L'apertura massima del diaframma è f4 a 10mm; f4.5 a 12mm; f4.8 a 14mm; f5.3 a 17mm; f5.6 a 20mm, mentre la minima è f22. Presenta un diametro di 77mm abbastanza "classico" per questo genere di lente e quindi è molto più facile e meno costoso dotarla di filtri.
La casa fornisce in dotazione anche un paraluce a petalo molto utile per ridurre i flare e un'ottima custodia imbottita da attaccare, all'occasione, alla cintura dei pantaloni.




Specifiche tecniche Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM

Lunghezza focale 10-20mm
Lunghezza focale equivalente su sensore APS-C 15-30mm (1,5x Nikon) - 16-32mm (1,6x Canon)
Minima distanza messa a fuoco 24 cm
Angolo di campo su sensore APS-C 102.4° - 63.8°
Lamelle diaframma 6
Costruzione ottica 14 elementi in 10 gruppi
Massima apertura diaframma f/4 - f/5.6
Minima apertura diaframma f/22
Rapporto di riproduzione 1:6.7
Motore Autofocus Motore ultrasonico ad anello
Full Time Manual Focus Si
Stabilizzazione No
Diametro filtri (Ømm) 77 mm
Dimensioni Diametro x Lunghezza (Ømm 83.5 mm x 81 mm
Peso 470 g
Compatibilità Moltiplicatori No



Test qualità d'immagine

Ho testato l'obiettivo su Nikon D90 avente sensore da 12mpx APS-C. Tutti gli scatti sono stati effettuati con la fotocamera montata su cavalletto, ho attivato l'esposizione posticipata per ridurre al minimo le vibrazioni e ho utilizzato un telecomando con filo. Tutte le immagini di questo test non sono state ritoccate in nessuna regolazione (saturazione/contrasto/ecc...) tramite software e sono tutti crop al 100% ottenuti direttamente dal file grezzo RAW. Ho scattato la stessa foto cambiando soltanto il valore del diaframma: da f/4 a f/16.



Focale 10mm
Centro del fotogramma Angolo del fotogramma
f/4
f/5.6
f/8
f/11
f/16

Da questi tagli si vede chiaramente come la qualità dell'immagine aumenti via via che chiudiamo il diaframma fino ad un valore di f/11 sia al centro che agli angoli, oltre a evidenziare un netto miglioramento di luminosità su tutto il fotogramma. A f/16 l'immagine comincia nuovamente ad avere piccoli problemi di luminosità soprattutto agli angoli, ma niente che non si possa correggere agevolmente in postproduzione.
Colore e contrasto ritengo siano molto buoni, considerando che i crop non sono stati elaborati con nessun software. Le aberrazioni cromatiche sono presenti a tutte le aperture, principalmente agli angoli, dove l'ottica mostra maggiormente i suoi limiti. Il tutto però è facilmente risolvibile in postproduzione.



Focale 20mm
Centro del fotogramma Angolo del fotogramma
f/5.6
f/8
f/11
f/16

Utilizzando lo zoom alla sua massima escursione si nota che al centro si ha un'ottima definizione a tutte le aperture, anche se a f/5.6 sembra essere leggermente migliore (ho effettuato più test e in tutti i casi ho visto che la resa a f/5.6 è migliore anche se di poco) nonostante ci sia un netto calo di luminosità agli angoli. Per avere una buona qualità e luminosità su tutto il fotogramma invece, è necessario chiudere a f/16.




Test vignettatura

10mm 20mm
f/4
f/5.6
f/8
f/16
f/22




Test su effetto Flare

Nel prossimo test ho messo alla prova la resistenza al Flare del Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM forzando un po' la mano. Ho indirizzato la fotocamera verso la luce solare ad un orario impensabile, le 13:00 e ho scattato a diverse aperture. Ecco i risultati:



Focale 10mm
Flare Purple-franging
f/4
f/8
f/16
f/22

Il verdetto non è dei migliori; ok ho un po' esagerato nell'esporre l'ottica alla fonte di luce, cosa che accade di rado quando sei in giro a fotografare, soprattutto all'ora in cui ho scattato (circa le 13:00), ma aiuta comunque a capire i limiti del nostro obiettivo. Posso garantire però che se la si utilizza in orari più consoni come ad esempio all'alba o al tramonto (vedi foto sotto), quando il sole è più clemente, non avremmo di questi problemi.
Anche il Purple-franging è abbastanza evidente, ma con un po' di pazienza si riesce a togliere in post-produzione senza troppi problemi.




Test Distorsione

In questa prova ho semplicemente fotografato un soggetto che avesse delle linee rette e parallele (l'armadio di camera :-)) per verificare la distorsione che il Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM produce al suo massimo angolo di campo.



Focale 10mm
Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM

C'è poco da dire, a 10mm la dostorsione si fa "sentire" e bisogna intervenire in postproduzione per alleviare un po' l'effetto barilotto, bisogna però pensare che stiamo fotografando un angolo di campo di circa 102° e non possiamo pretendere chissà cosa, soprattutto se teniamo conto che stiamo parlando di un ottica di livello consumer.




Alcune foto con il Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM











Impressioni

Sigma 10-20mm, recensione, Sigma Personalmente trovo che il Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM sia un'ottica molto ben strutturata e solida, la distanza minima di messa a fuoco è di soli 24cm dal sensore, con una giusta inquadratura, dunque, è possibile enfatizzare la profondità dello scatto. La nitidezza è molto buona anche alle massime aperture al centro, ma perde sensibilmente ai lati. E' necessario chiudere a f7 per restituire alla foto una nitidezza maggiore ovunque. La resa cromatica è molto buona e di contrasto ne abbiamo in abbontanza (i cieli vengono belli tersi anche senza polarizzatore), mentre la vignettatura è molto evidente, soprattutto in situazioni di luce diretta e le distorsioni ai lati non sono proprio da primato, ma in post produzione è possibile rimediare con facilità. La resistenza all'effetto Flare non è delle migliori, ma nel complesso posso affermare che una volta fatta la giusta esperienza, si riesce a sfruttarne le caratteristiche migliori in ogni situazione!

L'autofocus Hyper Sonic Motor si è sempre dimostrato molto silenzioso, preciso e veloce, proprio come viene sponsorizzato dalla casa costruttrice.

Il prezzo è molto competitivo rispetto a ottiche ufficiali, che attualmente si aggira sui 400,00 - 450,00 euro.

Personalmente non ho mai ritenuto un difetto la poca luminosità, perchè fotografando principalmente paesaggi utilizzo sempre l'ottica a diaframmi decisamente più chiusi, come f7 o f16, bisogna però sottolineare che se avete intenzione di utilizzare il Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM per foto notturne, sentirete non poco la mancanza di una luminosità maggiore.

Ecco il mio set Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM con la comodissima custodia Sigma, il paraluce a petalo e il pratico copriobiettivo Sigma.







Home articoli Torna su